Nella foto da sinistra: Giovanni Leone Dirigente dell’UST di Palermo, Giuseppe Mascolo Segretario Nazionale dell’Ugl Scuola e Mimma Canalicchio

Francesco Messina Segretario Provinciale dell’Ugl Scuola di Palermo e Giuseppe Mascolo Segretario Nazionale dell’Ugl Scuola

“Esprimiamo preoccupazione in merito al piano di dimensionamento appena partorito dalla regione sicilia che dovrebbe entrare in vigore dal prossimo a.s. 2012/2013”.

Lo dichiara il Segretario Nazionale dell’Ugl Scuola, Giuseppe Mascolo, evidenziando come “lo stesso prevede una diminuzione di 146 istituti, con una conseguente diminuzione del personale, che sembra non avere mai fine”.

“Abbiamo fatto presente tale situazione anche al Dirigente dell’Ust di Palermo”, ha continuato il sindacalista, che oggi ha ricevuto una delegazione dell’Ugl Scuola. “La nostra perplessità, riguarda l’inevitabile riduzione degli organici del personale, che in una regione come la Sicilia, ha assunto un’entità gigantesca, anche perché spesso, ha trovato terreno fertile nella mancata attivazione del tempo pieno”.

“Continuando di questo passo – conclude Mascolo – il personale assegnato alle istituzioni scolastiche non riuscirà a garantire il servizio e, di conseguenza, gli obiettivi previsti dal POF”.

Al termine del succitato incontro, presso la sede dell’Utl di Palermo, Mascolo ha incontrato i dirigenti sindacali di categoria, unitamente ad iscritti e candidati nelle nostre liste RSU ai quali è stata ribadita l’importanza delle rappresentanze sindacali unitarie e la necessità che ai nostri delegati venga fatta una qualificata formazione, affinchè le “giuste” istanze dei lavoratori possano essere rappresentate al meglio.

Scarica il comunicato in PDF