Docenti inidonei, UGL Scuola Messina scrive a Napolitano

L’UGL Scuola di Messina accende i riflettori sulla condizione dei cosiddetti docenti “inidonei”, che dovranno transitare nei profili del personale ATA per effetto delle misure previste dalla spending review.

“Gli inidonei sono docenti con gravi problemi di salute – spiega il segretario provinciale Giovanni Torre – ai quali si chiede di intraprendere, quasi alle soglie della pensione, il lavoro di assistente amministrativo o assistente tecnico, divenuto molto complesso e gravoso a causa del decentramento e dei tagli agli organici. L’utilizzo di personale inidoneo – prosegue Torre – su posti di fatto disponibili di assistente amministrativo e tecnico è illegittimo perchè questo personale mantiene lo status di docente pur essendo temporaneamente collocato fuori ruolo”.

La segreteria UGL Scuola di Messina chiede pertanto, e lo fa con una lettera indirizzata al capo dello Stato, che per i docenti inidonei sia prevista la dispensa dal servizio o in alternativa la reiterazione della visita medica per accertare il loro status e in caso negativo garantire il loro rientro in servizio in qualità di docenti