Nella foto da sinistra: Amelia Cammarota Segretario Provinciale dell’Ugl Scuola di Salerno, Giuseppe Mascolo Segretario Nazionale dell’Ugl Scuola, Antonio Cavaliere Segretario Provinciale dell’Ugl-Intesa Funzione Pubblica di Salerno

“Bisogna avere il coraggio di dire la verità”.

Da questa affermazione del Segretario Nazionale dell’Ugl Scuola, ha avuto inizio, presso il Liceo Classico “F. De Sanctis” di Salerno, il confronto tra la nostra O.S. e i lavoratori della scuola della provincia di Salerno.

Per l’Ugl Scuola sono intervenuti il Segretario Nazionale, Giuseppe Mascolo e il Segretario Provinciale, Amelia Cammarota, mentre in rappresentanza dell’Utl di Salerno, ha partecipato Antonio Cavaliere, Segretario Provinciale dell’Ugl-Intesa Funzione Pubblica, che ha portato un qualificato contributo, soprattutto in materia previdenziale.

“La collaborazione tra sindacato e RSU è sempre più tanto necessaria quanto indispensabile”, ha affermato Cammarota, evidenziando come “l’elevato numero di partecipanti alla riunione è la conferma del qualificato lavoro svolto dall’Ugl Scuola in Provinia di Salerno”.

Dal suo canto, Cavaliere oltre a ribadire la necessità di presentare e far votare le liste dell’Ugl Scuola, ha evidenziato che tutta l’Organizzazione (e di conseguenza anche iscritti e simpatizzanti), deve adoperarsi fattivamente a supporto delle altre Federazioni dell’Ugl impegnate in analoghe procedure elettorali.

Nel corso del dibattito, Mascolo ha più volte sottolineato che il modus operandi dell’Ugl Scuola, sta producendo risultati apprezzabili.

“Non si possono vendere illusioni, ha continuato il sindacalista. In uno scenario così incerto e non solo a livello nazionale, tutto diventa più complesso ed è inevitabile che a pagare “il conto” siano i lavoratori che oramai, non hanno certezze nemmeno in merito ai diritti acquisiti”.

“Nessuno di noi vuol nascondere che fare sindacato , in un momento particolare come quello che stiamo attraversando – continua Mascolo – sicuramente diventa più difficile, anche se i risultati raggiunti fino a questo momento, gratificano il lavoro fatto dall’Ugl Scuola”.

“È indispensabile – ha concluso – che nel confronto e nella collaborazione tra i lavoratori e i loro rappresentanti (RSU e sindacato), si rafforzi il rapporto di fiducia, facendo in modo che “la base”, possa far sentire “con forza” la propria voce e che le tante e sensate proposte, possano essere sottoposte all’attuale compagine governativa.

Scarica il comunicato in PDF